1. Definizioni
Articolo 1 - definizioni
Nel presente REGOLAMENTO i termini e le espressioni in maiuscolo avranno il seguente significato:

CLIENTE
: qualsiasi persona fisica o giuridica nei confronti della quale viene fornito un servizio da parte di VYP;

IMBARCAZIONE
: qualsiasi costruzione di qualunque tipo e con qualunque mezzo di propulsione destinata alla navigazione da diporto anche se utilizzata per fini commerciali;

IMBARCAZIONE ISPS
: qualsiasi IMBARCAZIONE di stazza uguale o superiore a 500 (cinquecento) GRT registrata per uso commerciale soggetta al codice internazionale relativo alla sicurezza delle navi e degli impianti portuali;

GIORNO
: Unità di misura temporale di sosta negli ORMEGGI dalle 12.00 del giorno di arrivo alle 12.00 del giorno successivo;

LISTINO PREZZI
: il listino dei prezzi, allegato al presente REGOLAMENTO sub 1, applicato da VYP per l’utilizzo degli ORMEGGI;

EVENTI PARTICOLARI
: Apertura Biennale di Architettura, Festa del Redentore, Mostra del Cinema di Venezia, qualsiasi altro evento di interesse generale e di particolare e rilevante importanza organizzato sia a livello internazionale che locale (il relativo periodo di svolgimento sarà reso noto tempestivamente).

PUNTA DELLA SALUTE
: lo spazio acqueo il cui utilizzo è stato concesso dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale (già Autorità Portuale di Venezia) a VYP con licenza di concessione;

ADRIATICA
 banchina il cui utilizzo è stato concesso dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale (già Autorità Portuale di Venezia) a VYP con licenza di concessione;

RIVA S. BIAGIO
: banchina il cui utilizzo è stato concesso dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale (già Autorità Portuale di Venezia) a VYP con licenza di concessione;

RIVA SETTE MARTIRI e BANCHINA GHIAIA
: tratti di banchine nella disponibilità di VYP in virtù di accordo sottoscritto con la società Venezia Terminal Passeggeri S.p.A, concessionaria delle stesse ed in coordinamento operativo con quest’ultima.

ORMEGGI
: collettivamente le banchine, pontili e gli spazi acquei il cui utilizzo è stato concesso dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale (già Autorità Portuale di Venezia) a VYP con licenza di concessione e da Venezia Terminal Passeggeri S.p.A. con accordo sottoscritto.

VYP
: la società Venice Yacht Pier s.r.l., avente sede a Venezia, Santa Marta, Fabbricato n. 17, C.F. e P.IVA 03349000277, controllata da Venezia Terminal Passeggeri S.p.A., costituita ai sensi degli art. 6, 23 e 27 della legge 84/99.
2. Norme Generali
Articolo 2 - norme generali

1. Le presenti disposizioni regolano i rapporti tra VYP ed i CLIENTI e determinano le procedure da osservare da parte di tutti coloro che accedono agli ORMEGGI.

2. L’esercizio delle attività marittime di VYP è autorizzato dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale nel rispetto delle norme vigenti in materia di accosti.

3. Le norme per l’ingresso, la circolazione, la sosta sono disposte da VYP in ottemperanza alle leggi, ordinanze nonché agli usi in vigore nel Porto di Venezia.

4. VYP esegue le operazioni previste dal REGOLAMENTO ai prezzi ed alle condizioni in vigore, entro i limiti segnati dalla propria disponibilità di spazi quando non ostino circostanze particolari o fatti ad essa non imputabili.

5. VYP rende pubblico il REGOLAMENTO e le sue eventuali modifiche attraverso il deposito presso l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale e presso i propri Uffici (Fabbricato 17 – S. Marta - Venezia).

6. VYP si riserva il diritto di modificare il REGOLAMENTO, anche in corso di vigenza dello stesso, previa relativa esposizione come indicato all’articolo 2.5. Saranno fatti salvi i diritti dei CLIENTI che hanno già fatto prenotazioni.

7. I prezzi indicati nel LISTINO PREZZI comprendono i corrispettivi per la sosta negli ORMEGGI, la fornitura di energia elettrica, misure di sicurezza previste per le IMBARCAZIONI ISPS, penali per l’occupazione abusiva degli ORMEGGI, caparre penitenziali per richieste di prenotazioni nei termini di seguito specificati, occupazione dell’ADRIATICA per l’allestimento di eventi.

8. Il personale di VYP è operativo dal lunedì al venerdì, eccetto nelle festività, dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00. In caso di urgenza al di fuori dei predetti orari si può contattare il numero 0039 347 6082425.

9. I servizi possono essere resi fuori orario previo accordo con VYP.
3. Prenotazioni / Disdette / Proroghe
Articolo 3 – prenotazioni / cancellazioni / proroghe

1. Le richieste di prenotazione per gli ORMEGGI debbono essere presentate a VYP a mezzo fax e/o e-mail da indirizzare ai seguenti recapiti 0039 041 2403091 info@veniceyachtpier.com. Le stesse debbono riportare: nominativo, caratteristiche tecniche (lunghezza fuori tutto, larghezza, pescaggio, stazza lorda e dislocamento) copia del certificato di registro dell’IMBARCAZIONE, nonché ORMEGGIO e periodo richiesto. Le richieste di prenotazione devono essere effettuate da parte del CLIENTE, dell’Agente rappresentante o del Comandante dell’IMBARCAZIONE.

2. A ricezione della richiesta di prenotazione, VYP confermerà via mail e/o fax la disponibilità dell’ORMEGGIO eventualmente richiesto, indicando il posto, il periodo il costo totale per l’ORMEGGIO, calcolato secondo gli importi e con le modalità indicati nel LISTINO PREZZI ed il valore della caparra da versare preventivamente presso il Conto Corrente IT59 L058-5602-0461-0857-1177-421. La richiesta di prenotazione sarà accolta nel più breve tempo possibile, confermata ed inserita in una lista numerica riferita alla data di presentazione della stessa.

3. La conferma di prenotazione, qualora vi sia disponibilità dell’ORMEGGIO richiesto, fa riferimento al nome dell’IMBARCAZIONE che appare sulla richiesta di ORMEGGIO e la stessa resta altresì confermata anche in caso di avvicendamento di Agenzie.

4. Entro 3 (tre) giorni dall’avvenuta conferma di disponibilità da parte di VYP, il CLIENTE, anche tramite il proprio Agente rappresentante o il Comandante, dovrà versare una caparra penitenziale pari al 40% (quaranta percento) dell’importo complessivo comunicato in sede di conferma di disponibilità dell’ORMEGGIO.

5. In caso di mancato versamento della caparra penitenziale sopra indicata nei termini di cui al precedente punto 4., VYP si riserva la facoltà di cancellare la prenotazione ed attribuire l’ORMEGGIO richiesto ad altro soggetto richiedente, senza che il CLIENTE abbia nulla a che pretendere. Rimane, comunque, fermo il diritto per VYP di richiedere la corresponsione di quanto eventualmente dovuto in conformità a quanto indicato al successivo punto 6.

6. La cancellazione delle prenotazioni, al di fuori degli EVENTI, comunicata dal CLIENTE almeno 72 ore prima della data prevista per l’arrivo (con orario di riferimento ore 12:00) darà diritto al rimborso totale della caparra già versata. In caso di cancellazione comunicata dal CLIENTE meno di 72 ore prima della data prevista per l’arrivo (con orario di riferimento ore 12:00) e fino 48 ore precedenti la data prevista per l’arrivo (con orario di riferimento ore 12:00), verrà trattenuto da VYP il 50 % della caparra penitenziale versata. In caso di cancellazione comunicata meno di 48 ore precedenti la data prevista per l’arrivo (con orario di riferimento ore 12:00), VYP avrà diritto a trattenere integralmente la caparra penitenziale versata in conformità al precedente punto 4.

7. In caso di EVENTI, la cancellazione delle prenotazioni comunicata dal CLIENTE almeno 15 giorni prima della data prevista per l’arrivo (con orario di riferimento ore 12:00) darà diritto al rimborso totale della caparra già versata. In caso di cancellazione comunicata dal CLIENTE meno di 15 giorni prima della data prevista per l’arrivo (con orario di riferimento ore 12:00) e fino 7 giorni precedenti la data prevista per l’arrivo (con orario di riferimento ore 12:00), verrà trattenuto da VYP il 50 % della caparra penitenziale versata. In caso di cancellazione comunicata meno di 7 giorni precedenti la data prevista per l’arrivo (con orario di riferimento ore 12:00), VYP avrà diritto a trattenere integralmente la caparra penitenziale versata in conformità al precedente punto 4.

8. L’anticipata partenza rispetto al periodo di ORMEGGIO programmato comporterà l’addebito della sola quota relativa al servizio effettivamente usufruito, solo se l’anticipata partenza verrà comunicata per iscritto a mezzo mail o fax con almeno 48 ore di preavviso rispetto all’effettiva partenza. In tal caso, la somma relativa ai servizi non usufruiti, già versata dal CLIENTE, verrà restituita da VYP successivamente all’effettiva partenza, tramite storno in fattura. Viceversa, in caso di comunicazione di anticipata partenza effettuata con meno di 48 ore di preavviso, VYP tratterrà l’intera somma versata dal CLIENTE.Ove il periodo di ORMEGGIO previsto sia pari o inferiore alle 48 ore, l’anticipata partenza rispetto al periodo programmato darà diritto a VYP a trattenere l’intera somma versata dal CLIENTE.L’importo della caparra rimane invariato qualora l’Agente rappresentante o il Comandante richieda una modifica delle date in riduzione del periodo di ormeggio programmato.

9. In caso di più richieste di prenotazioni concomitanti tra loro la precedenza sarà assegnata tenendo conto dell’ordine cronologico della ricezione delle stesse.

10. VYP si riserva l’insindacabile diritto di rifiutare delle prenotazioni nel caso in cui il CLIENTE in passato non abbia rispettato il REGOLAMENTO e/o sia stato insolvente.

11. Eventuali richieste di prolungamento della permanenza negli ORMEGGI dovranno essere tempestivamente comunicate dal CLIENTE a VYP a mezzo fax e/o e-mail, che verificherà la disponibilità di ORMEGGI e comunicherà l’assenso alla proroga dell’ORMEGGIO.

12. Qualora la prenotazione sia effettuata da una Agenzia per conto del CLIENTE, l’Agenzia sarà tenuta al pagamento delle competenze spettanti, incluse eventuali penali nonché la caparra penitenziale di cui al punto 4. che precede, a VYP in nome e per conto del CLIENTE.

13. Le richieste di prenotazione dell’ADRIATICA per l’allestimento di eventi debbono essere presentate a VYP a mezzo fax e/o e-mail almeno 10 (dieci) giorni lavorativi precedenti la data dell’evento. Le stesse debbono riportare: descrizione, durata e scopo dell’evento, caratteristiche tecniche degli allestimenti (dimensioni, pesi e natura dei materiali), una planimetria del loro posizionamento. Le prenotazioni dell’ADRIATICA per eventi debbono essere confermate a mezzo fax e/o e-mail, le stesse seguono la normativa enunciata per le richieste di ORMEGGIO.
4. Regolamentazione degli approdi
Articolo 4 - regolamentazione degli approdi

1. VYP segnalerà al CLIENTE almeno 2 (due) giorni prima dell’arrivo l’ORMEGGIO assegnato. L’approdo nel giorno di arrivo potrà essere effettuato nell’ORMEGGIO stabilito da VYP a partire dalle ore 12.00. Il CLIENTE non è autorizzato ad occupare ORMEGGI diversi da quelli indicatigli da VYP. Qualora venga erroneamente occupato un ORMEGGIO diverso da quello assegnato, l’IMBARCAZIONE dovrà tempestivamente essere spostata.

2. Qualora il CLIENTE intenda arrivare prima delle ore 12.00 del giorno di arrivo concordato con VYP in sede di prenotazione (anziché dopo le ore 12.00) e vi sia disponibilità di ORMEGGI, VYP autorizzerà il parziale prolungamento dell’approdo applicando una tariffa speciale come indicato nel LISTINO PREZZI, punto 5.

3. La partenza dovrà aver luogo entro le ore 12.00 del giorno concordato con VYP in sede di prenotazione. Il CLIENTE dovrà tempestivamente liberare l’ORMEGGIO occupato e, qualora ciò avvenga con ritardo e causando disguidi nella programmazione delle prenotazioni, VYP addebiterà una penale pari all’importo indicato nel LISTINO PREZZI, punto 7.

4. Qualora il CLIENTE intenda partire entro le ore 24.00 del giorno di partenza concordato con VYP in sede di prenotazione (anziché entro le ore 12.00) e vi sia disponibilità di ORMEGGI, VYP autorizzerà il parziale prolungamento dell’approdo applicando una tariffa speciale come indicato nel LISTINO PREZZI, punto 5.

5. Per le IMBARCAZIONI che non fanno preventiva richiesta e quindi non sono incluse nella programmazione, vengono assegnati gli approdi eventualmente disponibili. Fra le IMBARCAZIONI che rientrano in questa categoria vige il criterio del “first come, first served”.

6. Qualora una IMBARCAZIONE occupi abusivamente un ORMEGGIO senza aver fatto preventiva richiesta a VYP, sarà assoggettata ad una penale pari al prezzo indicato nel LISTINO PREZZI, punto 4. Non vengono applicati prezzi su base oraria per lo stazionamento negli ORMEGGI. Tale penale dovrà essere pagata immediatamente. Fatto salvo il caso in cui vi siano ORMEGGI disponibili, l’IMBARCAZIONE sarà tenuta a liberare immediatamente l’ORMEGGIO abusivamente occupato.

7. La programmazione degli ORMEGGI può essere modificata insindacabilmente da VYP qualora si verifichi una o più delle seguenti ipotesi: (i) situazioni tecnico operative che l’impongano o (ii) forza maggiore o (iii) non disponibilità dell’ORMEGGIO inizialmente previsto per fatto del terzo o (iv) disposizione delle Autorità Marittima e/o Portuale. In quest’ultimo caso VYP, nei limiti della disponibilità, cercherà di fornire altri ORMEGGI. Resta inteso che in tal caso non potrà essere richiesto alcun risarcimento da parte del CLIENTE.

8. In caso di forza maggiore VYP si riserva insindacabilmente di destinare e/o spostare le IMBARCAZIONI in un ORMEGGIO diverso da quello comunicato prima dell’arrivo a spese del CLIENTE. Resta inteso che in tal caso non potrà esser richiesto alcun risarcimento da parte del CLIENTE.

9. Nel caso in cui l’IMBARCAZIONE debba spostarsi da un ORMEGGIO ad un altro ORMEGGIO, lo spostamento dovrà essere effettuato entro le ore 12.00.

10. L’assegnazione degli ORMEGGI e le modalità di approdo delle IMBARCAZIONI sono definite insindacabilmente da VYP in considerazione della categoria di appartenenza di ogni IMBARCAZIONE (se soggetti al codice ISPS o meno) e le caratteristiche tecniche (lunghezza fuori tutto, larghezza, pescaggio, stazza e dislocamento) di ogni IMBARCAZIONE rapportate alle caratteristiche tecniche degli ORMEGGI.

11. Per le IMBARCAZIONI che richiedono la concessione dell’ADRIATICA per l’allestimento di eventi, VYP addebiterà una tariffa speciale pari all’importo indicato nel LISTINO PREZZI, punto 8.

12. Alcuni ORMEGGI sono dotati di predisposizione per l’alimentazione elettrica da terra. Tale servizio viene fornito al CLIENTE dal punto di presa. Il collegamento al punto di presa deve essere effettuato dal CLIENTE con proprie linee e spine adatte alla tipologia prevista. Per la fornitura di energia elettrica VYP addebiterà al CLIENTE un importo indicato nel LISTINO PREZZI al punto 9. Per eventuali danni causati dall’uso delle colonnine di erogazione si rimanda a quanto stabilito dal successivo art.5 punto 4.

13. Tutti i punti di presa dispongono di conduttore di protezione facente parte dell’impianto di terra. Il CLIENTE deve dotarsi di trasformatore di isolamento a bordo per isolare il sistema elettrico dell’IMBARCAZIONE dal sistema a riva, altrimenti la corrosione potrebbe causare danni all’IMBARCAZIONE e quelle vicine. VYP si riserva il diritto insindacabile di non fornire il servizio di alimentazione da terra anche per propria disposizione organizzativa.
5. Obblighi del cliente
Articolo 5 - obblighi del CLIENTE

1. Il CLIENTE e gli operatori sono tenuti ad osservare le disposizioni previste dalle leggi vigenti e dal REGOLAMENTO di cui hanno l’obbligo di prendere preventiva visione. Gli stessi s’impegnano, inoltre, a rispettare le norme in materia sanitaria, doganale e tributaria dello Stato Italiano.

2. Ogni IMBARCAZIONE che utilizza l’ORMEGGIO deve rispettare, essere conforme e in regola con ogni normativa in tema di sicurezza. In caso di non conformità o laddove VYP abbia motivo di ritenere che esse sussistano, VYP stessa ne darà tempestiva informativa al CLIENTE affinché egli provveda alla loro eliminazione.Resta inteso che ciascun CLIENTE è responsabile della messa in sicurezza della propria IMBARCAZIONE. Sono altresì a carico di quest’ultimo la messa in opera e la cura e manutenzione di tutti i sistemi di sicurezza relativi all’ORMEGGIO.

3. Ciascun CLIENTE deve essere provvisto di tutta la documentazione necessaria per la circolazione dell’IMBARCAZIONE, che dovrà essere esibita, a richiesta, al personale di VYP.

4. Ciascun CLIENTE dovrà mettere in atto tutte le misure necessarie affinché la propria IMBARCAZIONE rispetti le basilari regole di decoro, nel rispetto degli altri CLIENTI, di VYP stessa, nonché dell’Autorità Marittima e/o Portuale.

5. Nell’ambito dell’ORMEGGIO, è vietato, salvo diverse istruzioni scritte di VYP, lo svuotamento delle acque di sentina, il getto di rifiuti di qualunque genere, di oggetti liquidi e/o detriti, sia in acqua che sulle banchine. Fermo restando l’obbligo per il CLIENTE di rispettare le norme in materia di tutela dell’ambiente e prevenzione dall’inquinamento.

6. Il CLIENTE è tenuto a presentare, in forma scritta, a VYP tutte le informazioni necessarie per l’emissione delle fatture, almeno 48 (quarantotto) ore prima dell’arrivo. Il CLIENTE garantisce che le indicazioni fornite a VYP sono veritiere. VYP ha il diritto di verificare le informazioni.

7. Qualsiasi situazione di emergenza deve essere immediatamente segnalata al personale di VYP al numero 0039 3476082425

8. I cavi e le spine utilizzate dai CLIENTI che si collegano alle prese per l’alimentazione elettrica da terra devono essere rispondenti a tutte le normative di sicurezza previste dalla legislazione italiana (Rif. Norme CEI, UNI), essere installate a regola d’arte e posate in maniera da non creare intralcio lungo la banchina. Il CLIENTE deve provvedere alla necessaria segnalazione o protezione della linea elettrica di alimentazione dal punto di presa alla propria IMBARCAZIONE. È tassativamente vietato ai CLIENTI ogni intervento o manomissione delle colonnine di erogazione dell'energia elettrica. Ogni danno eventualmente prodotto a strutture e/o al CLIENTE e/o alle altre imbarcazioni, riconducibile ad un uso non corretto delle linee elettriche per colpa/dolo riconducibile al CLIENTE dovrà essere risarcito da parte del medesimo CLIENTE che dovrà pertanto manlevare e tenere indenne VYP da qualsivoglia responsabilità.
6. Responsabilità
Articolo 6 - responsabilità

1. Per le operazioni eseguite e per i servizi in genere richiesti, VYP risponde verso i terzi soltanto entro i limiti stabiliti dalle leggi vigenti.

2. VYP non assume alcun obbligo di custodia e/o deposito dell’IMBARCAZIONE del CLIENTE, così come delle relative attrezzature e accessori, nonché dei beni di proprietà del CLIENTE.

3. VYP non risponde per danni cagionati da casi fortuiti o di forza maggiore, da disposizioni delle Pubbliche Autorità o da colpa dell’interessato. Neppure risponde dei ritardi che possano presentarsi nelle operazioni doganali, nei controlli di frontiera, né di quelli dovuti a congestionamento delle vie d’accesso al Porto, da deficienza di mezzi di trasporto, dei servizi portuali o da qualunque altra causa non da essa dipendente.

4. VYP non risponde per danni che possono derivare da eventuali atti vandalici, furti totali e parziali.

5. VYP non risponde dei danni o della perdita di merci sbarcate o destinate all’imbarco sulle IMBARCAZIONI.

6. E’ esclusa qualsiasi responsabilità per danneggiamento o distruzione delle merci derivanti da disposizione della Pubblica Autorità.


7. VYP declina ogni responsabilità per qualsiasi danno causato dalle IMBARCAZIONI agli ORMEGGI o ad altri CLIENTI che occupano gli ORMEGGI attigui. L’IMBARCAZIONE che ha causato il danno dovrà rispondere direttamente per il danno cagionato, manlevare e mantenere indenne VYP da qualsivoglia responsabilità.

8. VYP non si assume responsabilità sulla qualità e sulla continuità di fornitura dell’energia elettrica da parte dell’ente fornitore. VYP non si assume responsabilità sugli eventuali disturbi o interferenze generate dall’IMBARCAZIONE del CLIENTE sulla linea elettrica. In caso di reclami o danni VYP considera il CLIENTE responsabile e si rivarrà sullo stesso per gli eventuali risarcimenti. In caso di guasto grave o eventi meteo che possano compromettere la sicurezza del collegamento, VYP non assicura la continuità della fornitura di energia elettrica. VYP considera il CLIENTE responsabile unico di qualsiasi danno generato dal repentino disormeggio dell’IMBARCAZIONE con cavo di alimentazione da terra collegato.
7. Pagamenti
Articolo 7 - pagamenti

1. Il pagamento a VYP delle prestazioni indicate nel LISTINO PREZZI deve essere effettuato secondo le scadenze indicate al precedente articolo 3, mediante bonifico bancario o contanti (in Euro) nel rispetto delle norme vigenti.

2. Alla partenza dell’imbarcazione VYP emetterà regolare fattura al CLIENTE, con indicazione del corrispettivo dovuto, e l’importo totale da saldarsi in più o in meno secondo quanto previsto dall’art. 3 che precede, al netto delle caparre penitenziali già versate nei termini di cui al precedente articolo 3.

3. Gli importi a saldo indicati in fattura al netto delle caparre penitenziali dovranno essere pagati, da parte del CLIENTE (o, in suo nome e per suo conto, dall’Agenzia o dal Comandante) o di VYP a seconda del caso, entro il termine indicato in fattura. Trascorso tale termine decorrono gli interessi di mora da conteggiarsi sui soli giorni di effettivo ritardo ad un saggio annuo pari al tasso BCE maggiorato di sette punti percentuali (D. Lgs. N°231 del 09.10.2002).

4. VYP si riserva, in via del tutto eccezionale ed a Suo insindacabile giudizio, di accettare il pagamento dei corrispettivi in via posticipata rispetto a quanto indicato al precedente articolo 3.

5. VYP ha la facoltà di chiedere la presentazione di idonea garanzia fideiussoria a copertura dell’eventuale pagamento posticipato concesso ai sensi dell’articolo 7.4.

6. VYP ha facoltà di rifiutare le prenotazioni di coloro che precedentemente non abbiano soddisfatto gli impegni assunti o che siano stati posti in mora o che abbiano rifiutato di dare le garanzie di cui al precedente articolo 7.4.

7. E’ vietato a chiunque corrispondere compensi, compresi quelli previsti dal LISTINO PREZZI, a personale non espressamente autorizzato all’incasso e al rilascio di regolare quietanza.

8. Eventuali richieste di ri-emissione fatture, da presentarsi in forma scritta, daranno luogo ad un addebito al CLIENTE di Euro 10,00 (dieci) per ciascuno documento, a titolo di costo amministrativo.
8. Reclami relativi alla fatturazione dei servizi
Articolo 8 - reclami relativi alla fatturazione dei servizi

1. Gli eventuali reclami mossi contro le fatture emesse da VYP dovranno essere presentati alla Direzione di VYP unitamente alla fattura quietanzata a prova dell’avvenuto pagamento, tramite lettera raccomandata A.R., entro il termine massimo di 30 (trenta) giorni dalla data della fattura.
9. Validità
Articolo 9 - validità

1. Il REGOLAMENTO ha decorrenza a partire dal 01 Maggio 2018 e sarà valido fino al 31 Dicembre 2018.
10. Foro competente
Articolo 10 - foro competente

1. Il REGOLAMENTO è soggetto alla legge italiana. Il foro competente è quello di Venezia.
11. Tutela dei dati personali
Articolo 11 – tutela dei dati personali

1.  Ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati – di seguito anche solo, GDPR), la società Venice Yacht Pier S.r.l., in qualità di Titolare del Trattamento, comunica al Cliente l’Informativa ex artt. 13 e 14 GDPR, rispetto al trattamento dei dati personali raccolti. L’informativa estesa, denominata Informativa Clienti, è pubblicata presso la sezione Privacy del sito internet www.veniceyachtpier.com